viaggio Rajasthan tripadvisor

Destinazioni a Rajasthan

Viaggi a Jaipur
Jaipur, la capitale dello stato del Rajasthan, è famosa per i suoi edifici di arenaria rosa.
Conosciuta come la "città rosa", Jaipur fu costruita da un sovrano attorno al 18 secolo. Oltre ai magnifici giardini, ai parchi, ai numerosi monumenti e alberghi, parte del patrimonio nazionale, i coloratissimi bazar di Jaipur sono una fortissima tentazione per ogni turista. In questi mercati troverete una vasta gamma di stoffe tessute a mano e di prodotti artigianali. Fra le altre attrazioni di Jaipur, i cammelli e gli stupendi e coloratissimi capi di abbigliamento della sua gente.

Idillio rosa
Jaipur avrebbe dovuto essere ridipinta per dare il benvenuto al suo nobile ospite, il Principe di Galles, nel periodo 1905-6. Ma, poiché il fornitore non fu in grado di reperire la quantità necessaria di colore richiesto, la scelta cadde sull' unico colore disponibile, il rosa. E di rosa vennero dipinti i suoi muri, essendo questo il colore associato con l'ospitalità nella cultura Rajput.

Cucina di Jaipur
Il cibo tipico di Jaipur è una vera festa dei sensi; in esso si trovano riflessi tutti i segni della geografia, degli usi e dei costumi e delle credenze religiose locali. Il risultato è una miscela esotica di gusto, consistenza e forma che racchiude un ricco patrimonio di specialità regionali, dettate dal clima, dal luogo e dalla tradizione culinaria.
Fu fondata dal re astronomo Sawai Jai Singh II (nel 1688) e costruita secondo il Shilpa Shastra, l'antico trattato indù sull'architettura e la scultura. Cinta da mura in cui si aprono sette porte, tanti quanti sono i blocchi in cui è suddivisa, la città ha una planimetria armoniosa e belle strade lastricate. Al colore degli edifici si aggiungono quelli degli abiti delle donne, dei turbanti degli uomini e dei pittoreschi bazar dove I più begli oggetti dell'artigianato indiano vengono offerti a prezzi incredibili. Amber, la vecchia capitale (a 11 km.), è un viaggio di sogno nel passato.

Hawa Mahal :-
Hawa Mahal è un importante punto di riferimento e una famosa attrazione turistica di Jaipur.
Il Palazzo offre una splendida vista a ecco, una splendida architettura di Rajputana, parla ancora la gloria della famiglia reale. Tuttavia, si può anche trovare un assaggio dell'architettura Mughal, che è perfettamente miscelati per renderlo diverso dagli altri. Il significato letterale di Hawa Mahal è Palazzo dei Venti.
Hawa Mahal è stato costruito dal Maharaja Sawai Pratap Singh nel 1799.

City Palace :-
Situato nel cuore della città murata, il City Palace, del 19esimo secolo, da un'idea della sfarzosità del fondatore di Jaipur, Sawai Jai Singh. Egli ci ha lasciato una forte testimonianza di alcune delle più importanti opere di architettura, arte e artigianato del paese. Alcune strutture sono state costruite anche in tempi pèiù recenti, fino al 20esimo secolo. Il Palazzo é un esempio di architettura Mogul e Rajastana, ove tuttora vivono i membri della famiglia reale.
Il palazzo é suddiviso in diversi edifici: Mubarak Mahal, dove c'é l'entrata e i costumi reali, il Maharani Palace dove c'é una fornitissima collezione di armi di tutti i generi, la Diwan-l-Aam dove ci sono antichi manoscritti Hindu. Tra il museo delle armi e la galleria d'arte, c'é il Diwan-E-Khas, che é la stanza privata delle udienze dove ci sono due vasi d'arganto giganti e enormi lampadari dello stesso metallo prezioso. Il Libro dei Guinness conferisce che il palazzo abbia gli oggetti in argento più grandi al mondo!
Invece il Chandra Mahal Palace é la porzione di palazzo che é interamente occupata dalla famiglia reale, ma i visitatori possono gustarne il pianoterra.

Forte Amber :-
Amber é situata a 11 km da Jaipur e fu la antica cittadella della famiglia reggente Kachhawa di Amber prima che la capitale fu trasferita nella sede dell'attuale Jaipur.
Amber Fort, situato su una pittoresca collina, é un chiaro esempio di architettura Hindu e Mogul. Costruita da Raja Man Singh nel 1592 e completata da Sawai Jai Singh I, il forte é costruito con pietre arenarie rosse e marmo bianco.
Amber é il classico e romantico forte circondato da un aureola di fascino. I muri interni raccontano scene meravigliose con dipinti e bassorilievi, pietre preziose e molti specchi.
Un muro esterno difende il forte da incursioni nemiche e il lago Maota provvede una vista ad ampio respiro.
Anche questo forte é suddiviso in diversi edifici, ognuno con le sue finalità: la sala delle udienze, gli appartamenti del maharaja, il palazzo delle donne (Zenana) ecc. E' possibile raggiungere e superare la rampa che porta all'interno del Forte a dorso di Elefante, simpatico e famoso diversivo per entrare a gustarsi queste meraviglie.

Viaggi a Jodhpur
Jodhpur sorge ai bordi del deserto ed è una città che conserva intatti la sua tradizione e il suo fascino antichi. Un'isola di arenaria rossa scolpita immersa in uno scintillante mare di sabbia. Situata su un promontorio roccioso e circondata da un grande muro, Jodhpur era la roccaforte dei Maharaja della dinastia Rathore, risalente al 5 secolo e oltre, quando i confini tra mito e storia erano indistinguibili.
Porta verso il grande deserto di Thar, Jodhpur oggi è una città moderna e vivace, al passo con le comodità di questo secolo ma che è riuscita a mantenere il suo fascino feudale, costituedo per i visitatori una metà indimenticabile.

Shopping
A Jodhpur troverete negozi rinomati per bellissimi regali e per i sari tie dye (tecnica particolare di tintura). È anche possibile trovare ottimi articoli in cuoio, scarpe ricamate e altri utensili, insieme ad altri prodotti artigianali e tessili. Palpitante di attività, il colorato bazaar vicino alla torre dell'orologio, ha stradine strette costellate di negozietti che espongono bellissimi tessuti del Rajasthan, articoli artiginali, figurine in argilla di cammelli e elefanti, articoli in marmo intarsiato e preziosi gioielli in argento.

Luoghi importanti
Forte Mehrangarh : Sovvrastando la città sottostante e coronando una scogliera perpendicolare, il forte fu fondato da Rao Jodha nel 1459 d.C., quando spostò la capitale da Mandore.
Jaswant Thada : Costruito in memoria del Maharaja Jaswant Singh II, nel 1899, l'imponente monumento in marmo bianco indica il luogo del crematorio reale. I quattro cenotaffi ritraggono i successivi sovrani in memoria dei loro atti di coraggio e della loro generosità.
Umaid Bhawan Palace : Costruito dal Maharaja Umaid Singh, da cui ha preso il nome, questo splendido palazzo è noto anche come Chittar Palace.
Museo : Situato al centro del giardino pubblico di Umaid, questo museo ospita una ricca collezione di oggetti : armi, tessuti, artigianato locale, miniature, ritratti di sovrani, manoscritti e immgini di divinità jainisti.
Maha Mandir Temple : Letteralmente, "Grande tempio", è un luogo dove il sacro regna nella più pura quiete. Situato sulla strada per Mandore, il tempio è una meraviglia architettonica, sostenuto da 84 colonne e ornato da bellissime decorazioni e figure che rappresentano le diverse posizioni dello yoga.
Clima : Il clima di Jodhpur è caratterizzato da forti escursioni termiche.

Viaggi a Jaisalmer
Jaisalmer, un deserto magico, è uno dei più preziosi gioielli dell'India. Fortificata in pietra del colore dell'oro, come un miraggio emerge dal desolato deserto del Thar, in Rajasthan. L'incomparabile bellezza e la stupefacente magia del deserto non sono state intaccate dal tempo e ancor oggi si possono ammirare nella loro integrità. Il solo nominare Jaisalmer basta a evocare tutta una serie di immagini vivide e vibranti.

Haveli reali
Jaisalmer è nota per la magnificenza dei suoi palazzi e dei suoi Haveli. Edificata al crocevia di importanti traffici e strade mercantili, i ricchi commercianti erano soliti ingaggiare persone abili nel lavorare la pietra, dedite alla costruzione di palazzi in arenaria, dalle facciate finemente scolpite con figure, finestre a griglia, deliziosi padiglioni e balconi. Molte di queste vere e proprie case-museo sono ancora oggi abitate e, insieme alle numerose e colorate feste che si tengono nella città, fanno sì che Jaisalmer sia considerata una tappa obbligatoria nei circuiti turistici internazionali.

Festival
Il festival del deserto di Jaisalmer esercita un enorme fascino e all'approssimarsi della sua celebrazione annuale (gennaio - febbraio) diviene un evento assolutamente da non perdere.
Luoghi da visitare
Forte di Jaisalmer : l'imponente forte dorato fa da sentinella, dai suoi 80 metri di altezza, allo sterminato deserto che si estende ai suoi piedi, racchiudendo un'intera città fra i suoi bastioni. La cittadella è caratterizzata da un intreccio di vicoli e stradine costellate da alcuni splendidi haveli e da tre templi jainisti magnificamente scolpiti, risalenti al 12-15 secolo D.C.
Havelis di Jaisalmer : Jaisalmer è famosa per i suoi Havelis dalle elaborate facciate a griglia. Alcuni degli haveli più famosi sono il Patwon-Ki-Haveli, il più conosciuto e ammirato fra tutti gli haveli di Jaisalmer , il Salim Singh Ki-Haveli, caratterizzato da una cupola blu e uno squisito balconcino aggettante e il Nathmalji-Ki-Haveli con la sua pietra finemente lavorata, che si riflette anche nella sottile ragnatela delle sue finestre a griglia.
Templi jainisti : Jaisalmer possiede il più antico e stupendo tempio jainista del mondo, il famoso tempio di Parswanath Temple, con i suoi sancta sanctorum scolpiti con figure umane e di animali.
Sam : Da Jaisalmer è possibile osservare la vita del deserto facendo una sosta a Sam. Qui potrete ammirare le immagini scolpite sulle sabbia dal vento e fare dei giri in cammello per le dune sabbiose, un'esperienza davvero indimenticabile soprattutto nella luce del tramonto.

Come arrivarci
Jaisalmer si trova a 290 km. da Jodhpur via Pokhran, Dechu e Balesar, o a 330 km. da Bikaner via Pokhran e Phalodi. Ci sono buoni collegamenti ferroviari con Jodhpur e con le altre principali città per mezzo di una linea a scartamento ridotto. Una buona rete stradale connette Jaisalmer a Jodhpur e ad altre destinazioni, dentro e attorno al Rajasthan.

Viaggi a Pushkar
Pushkar, luogo di devozione al dio Brahma, é una destinazione particolarmente amata dai turisti, infatti molti di loro dopo essere capitati in questo paradiso di pace e amore sono restii a ripartire e rimangono ancora per altri giorni.
Situata ai margini del deserto é separata da Ajmer dal Nag Parbat (la collina serpeggiante).

In città vi sono molte attrazioni turistiche con una lunga serie di negozietti che vendono la più varia oggettistica e tessuti e con molti caratteristici e panoramici ristorantini in cima sui terrazzi degli edifici. Nonostante il suo alto richiamo turistico, la cittadina mantiene intatta il suo profilo mistico e spirituale. Al centro del paese si trova infatti il lago sacro (Pushkar infatti significa "Lago creato da un fiore") dove molti pellegrini vanno a fare le loro abluzioni. Famoso é poi "il passaporto di Pushkar", cioé il segno distintivo (un braccialetto di corda rossa) che i nuovi arrivati hanno e che significa Tempio Brahma a Pushkarche hanno già espletato la "Puja" (preghiera).
Questo é l'unico tempio dedicato al Dio Brahma e fu costruito nel 14esimo secolo, costruito su un alto piedistallo con una lunga serie di gradini in marmo bianco che portano ad esso.
Una graziosa tartaruga in argento lavorato si affaccia sul pavimento che porta alla porta del santuario centrale o Garha Griha. Il pavimento di bianco marmo attorno la tartaruga é coperto con centinaia di monete d'argento, con il nome dei donatori inciso su di esso.

Viaggi a Bikaner
Bikaner è un'antica capitale, cinta di mura, fondata nel 1488 da Rao Bikaji, la cui dinastia regno incontrastata per quattro secoli e mezzo. In epoca medioevale si trovava su un'antica carovaniera. Il Lalgarh (Red Fort o Forte Rosso), ora in parte trasformato in un lussuoso albergo, è un palazzo del XIX secolo che si erge fra vasti prati.
Bikaner fu fondata nel 1488 sulle antiche strade carovaniere che collegavano l'Asia Centro-Occidentale con il Nord dell'India; fu capitale dell'omonimo principato e, durante il periodo medievale, un fiorente centro commerciale. Gran parte della città si trova entro un imponente spalto merlato ( 5 km di circonferenza, 5/9 mt. altezza) ed è sovrastata dal Junagarh Fort risalente al 16° secolo, il più bello dell'India insieme a quello di Jodhpur.

Al periodo moderno del Maharaja Ganga Singh, che govern per 56 anni, risale il famoso "Ganga Canal", imponente costruzione per l'irrigazione che convoglia sin qui le preziose acque dell'Himalaya. Capolavoro architettonico dello stesso Maharaja è anche il Lalgarh Palace, reggia eretta tra il 1902- 1926, da pochi anni trasformata in albergo, perfetto esempio dello stile indo-saraceno. La famiglia reale di Bikaner vive ancora in una parte del palazzo. Un altro palazzo in arenaria rossa è il Gajner Palace, residenza estiva dei maharaja, descritto come "incomparabile gioiello nel deserto del Thar". Si trova sulle rive di un lago, circondato da un bellissimo parco alberato, venne usato dai reali per battute di caccia e ricevimenti di re e dignitari da tutto il mondo ed ora in parte trasformato in albergo.

Poco distante il Karni Mata Temple è un luogo originale perché al suo interno ospita centinaia di ratti, venerati come animali divini. Bikaner è anche un famoso centro per le manifatture di tappeti e coperte, vasellame e legni intarsiati, gioielli e smalti, lavorazione di pelli di cammello e dolciumi. Tra le numerose manifestazioni religiose e culturali, grande notorietà spetta al Camel Festival che si svolge durante la seconda settimana di gennaio.

Viaggi a Udaipur
Udaipur è una cittadina deliziosa che sorge attorno alle acque turchesi dei suoi laghi ed è contornata dalle morbide colline delle Aravalli. Situata nel sud del Rajasthan, è nota per i suoi numerosi e incantevoli luoghi di interesse storico. I bianchi palazzi, gli splendidi giardini e i laghi rendono Udaipur più simile a un miraggio del deserto. Udaipur fu costruita dal Maharana Udai Singh, ed è da lui che ha preso il nome.

Il City Palace
Sopra la distesa azzurra del lago Pichola si erge lo splendido City Palace - una meraviglia in marmo e granito. Costruito all'inizio del 18 secolo, il City Palace è circondato dal bellissimo Jagdish Temple, con alcune figure scolpite e gli interni riccamente decorati, e dal Sahelion-ki-Bari o "Giardino delle vergini", che ospita quattro piscine, chioschi finemente scolpiti ed elefanti in marmo.
Il Lake Palace
Questo palazzo sull'acqua venne costruito nel 17 secolo su una fondazione naturale di 4 acri di roccia. È caratterizzato da bellissimi chiostri circondati da colonne, terrazze pensili, fontane e giardini. Le eleganti stanze sono ornate da archi cuspidati, pietre intarsiate con foglie di loto rosa e verdi e da specchi dipinti.
Luoghi da visitare
Pratap Museum : Il Pratap Museum ospita antichissime sculture e iscrizioni, gli antichi dipinti di Mewar e il turbante del principe Khurram, in seguito chiamato Shahajahan, lo stesso che costruì il famoso Taj Mahal.
Jagdish Temple : Il tempio di Jagannath Rai, ora chiamato Jagdish ji, è il monumento principale e merita perciò una visita accurata. Costruito su un elevato terrapieno e terminato nel 1651, esso è un tributo sia alla perseveranza dei suoi costruttori che alla persistenza della sua tradizione artistica.
Dudh Talai : Il bellissimo "Giardino di rocce" da cui è possibile ammirare meravigliosi tramonti sul lago Pichhola e il vasto panorama della città vecchia. La fontana musicale costituisce un'altra forte attrazione del luogo.
Gulab Bagh e Zoo : uno stupendo giardino di rose realizzato dal Maharana Sajjan Singh, situato presso il palazzo sulla riva orientale del lago Pichhola. Il giardino, oltre a tigri, leopardi, chinkara e molti altri animali selvatici, ospita una biblioteca con una rara collezione di antichi manoscritti e volumi.

Viaggi a Ranthambore
È uno dei parchi più famosi in cui poter osservare le tigri da vicino, un vero paradiso per i fotografi, con i suoi laghetti e stagni attorno ai quali vive numerosa la fauna selvaggia e dove prede e predatori mettono in scena il loro dramma quotidiano. Ranthambhore, stimato uno dei migliori parchi faunistici dell'India , si trova nei pressi della città di Sawai Madhopur, a circa 100 km. a sud-est di Ajmer in Rajasthan. Istituito nel 1959 in qualità di riserva e incluso nella prima fase del Project Tiger nel 1972, nel 1981 Ranthambhore è stato dichiarato Parco Nazionale.

Attrazioni faunistiche >> Tigri
A Ranthambhore la tigre regna suprema. Ranthambhore è uno dei rari luoghi al mondo in cui è possibile vedere da vicino questo superpredatore, simbolo di potere, forza e magnificenza. La riserva ospita almeno 25 tigri e 40 leopardi. È abbastanza usuale vedere le tigri nel loro habitat naturale anche di giorno.
Specchi d'acqua e fauna ornitologica
Jacanas e molte specie di cicogne: colorate, nere e dal collo bianco, si possono avvistare lungo gli specchi d'acqua. Si trovano in abbondanza anche pavoni e altri uccelli come l'aquila di Bonelli, l' aquila-serpente crestata, il grande gufo cornuto indiano, le quaglie, le pernici, il gallo speronato e l'uccello del paradiso.
Altre attrazioni
A Ranthambhore si trovano in gran numero il sambar, il chital (cervo pomellato) e il nilgai. Si possono inoltre avvistare cinghiali, una speecie particolare di gazzella, la chinkara, la lepre indiana, la mangusta e il varano. I cervi si raccolgono presso laghi e stagni ed è proprio accanto all'acqua che si possono osservare più facilmente gli animali. La fauna locale include anche il leopard, la iena, lo sciacallo, il gatto selvatico, l'orso giocoliere e il coccodrillo di palude.
Vivete l'avventura a Ranthambhore
L'avventura inizia all'alba. Gypsy scoperte vi porteranno nelle profondità della foresta del Ranthambhore, rifugio di un'incredibile varietà di fauna selvatica, fino a poter avvistare la magnifica regina della foresta, la tigre, che spesso si para davanti ai vostri occhi.
Periodo consigliato
La Riserva Naturale del Parco Ranthambhore è aperta ai turisti fra ottobre e giugno. Il periodo migliore per una gita va da dicembre a aprile, quando il clima è ottimale e consente un maggior numero di avvistamenti . Marzo e aprile sono i mesi migliori per avvistare la tigre.